Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la migliore gestione del sito. I cookie tecnici e di analisi statistica sono gia' stati impostati. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Proseguendo, acconsenti all'€™utilizzo di cookie.

Mercoledì, 11 Ottobre 2017 09:47

Assicurazioni sulla vita e TCM

Scritto da
Assicurazioni sulla vita e TCM Assicurazioni sulla vita e TCM Assicurazioni sulla vita e TCM

Vuoi per scaramanzia, vuoi per delicatezza, le assicurazioni del settore vita sono spesso le meno pubblicizzate e sponsorizzate dalle compagnie.

Si tratta, infatti, di quelle polizze che servono a salvaguardare l’incolumità del loro beneficiario attraverso un premio che rimborsi i danni subiti in situazioni di difficoltà economica, fisica o, alle volte, in caso di morte dell’assicurato a tutelare la propria famiglia.

Si tratta di assicurazioni che hanno un gran valore e che, per ovvie ragione, vengono stipulate per tutelare i propri cari nel caso la vita giochi dei brutti scherzi.

Come funzionano le assicurazioni sulla vita?

 

Quando si decide di stipulare un’assicurazione sulla vita bisogna tenere a mente che gli attori interessati sono principalmente 5:

  • Il contraente: chi stipula materialmente il contratto
  • L’assicurato: la persona a cui si riferisce il rischio. L’esito del contratto dipende da lui, sia esso causa vita, causa morte o mista.
  • Il beneficiario: colui che riceverà il capitale assicurato nel caso in cui il rischio preventivato si verifichi (ovviamente seguendo i termini del contratto) 
  • La compagnia assicurativa: la società che si assume il rischio di dover versare il capitale qualora si compiano le condizioni previste dal contratto
  • Il broker assicurativo: il professionista che fa da ponte tra le compagnie assicurative e i contraenti trovando le polizze più adatte per gli assicurati

Premio, capitale erendita, le questioni chiave delle assicurazioni sulla vita

Premio, capitale e rendita sono sicuramente termini familiari e comuni ad altre tipologie di assicurazione, ma con le polizze sulla vita assumono significati particolari.

Il premio è la cifra che il contraente versa all’assicurazione e varia a seconda delle garanzie del contratto e della sua durata. Nei casi dell’assicurazione sulla vita entrano in gioco anche altri fattori, come l’età dell’assicurato, la sua storia clinica, la sua professione e il suo stile di vita. Il premio può essere versato annualmente (premio ricorrente) o in una soluzione unica (premio unico). Alcune assicurazioni prevedono i così detti “premi unici ricorrenti” ovvero premi risolvibili in modo flessibile.

Il capitale è la somma che la compagnia assicurativa verserà al beneficiario qualora si verificassero le condizioni del contratto o al termine di esso e viene sempre pagato in un’unica soluzione; la renditaè, invece, un vitalizio che viene pagato dall’assicurazione sino a fine vita del beneficiario o per il periodo di tempo stabilito dal contratto.

 

TCM – Temporanea Caso Morte

Le assicurazioni sulla vita sono un’effettiva garanzia di protezione per i propri cari, che vengono tutelati qualora le cose andassero in modi terribili e inaspettati.

Immagina questo scenario: abbiamo una famiglia che, come tante ormai, paga regolarmente un mutuo o un finanziamento.

Cosa succederebbe nel caso l’intestatario del mutuo morisse in un incidente o, in seguito a un grave infortunio perdesse il lavoro? Ovviamente la banca o l’ente erogatore si rifarebbe sulla famiglia, cercando in ogni modo di avere i soldi che gli spettano.

Esiste, però, un modo per evitare che tutto questo accada ed è la TCM, ovvero la Temporanea Caso Morte. Si tratta di un’assicurazione caso morte valida solo per un determinato periodo di tempo poiché presenta una scadenza oltre la quale la morte o l’invalidità permanente dell’assicurato non comportano più alcuna liquidazione in denaro a favore dei beneficiari.

Con la TCM il contraente trasferisceil rischio di morte dell’assicurato alla compagnia di assicurazione la quale, in caso di decesso durante il corso del contratto erogherà al beneficiario il capitale o la rendita stabilita.

La TCM, quindi, mette al sicuro lo stile di vita dei beneficiari, assicurando un capitale che può effettivamente risolvere eventuali problemi economici dati da situazioni in bilico.

Come si stipula una TCM?

Prima di stipulare una polizza, si dovrà compilare la proposta di assicurazionedove verranno richieste le generalità di contraente, assicurato e beneficiario e alcune informazioni aggiuntive utili per la valutazione del rischio:

  • lo stato di salute e ii precedenti sanitari dell’assicurato
  • gli hobby e agli sport praticati dall’assicurato
  • l’attività professionale dell’assicurato

Quale capitale si può assicurare con la TCM?

Il capitale assicurativo viene stabilito durante la stipula del contratto e indica la prestazione che la compagnia assicurativa dovrà garantire qualora si verificasse l’effettivo decesso dell’assicurato durante il periodo contrattuale.

Esistono 3 tipi di capitale:

  • costante: rimarrà lo stesso per tutta la durata del contratto
  • crescente: cresce di una percentuale prestabilita di anno in anno
  • decrescente: decresce ogni anno

Eccezioni contrattuali

Come in qualsiasi polizza assicurativa, esistono delle regole contrattuali da rispettare. Qualora le circostanze avveratesi non siano coerenti con quanto stipulato dal contratto, il capitale non potrà essere attribuito al beneficiario.

Nel caso della TCM, le esclusioni sono le seguenti:

  • suicidio dell’assicurato (se avviene entro i primi due anni dalla stipula del contratto)
  • dolo del contraente o del beneficiario
  • partecipazione dell’assicurato a delitti dolosi
  • partecipazione dell’assicurato a fatti di guerra
  • incidente di volo su aerei non di linea, non autorizzati o con pilota privo di brevetto

Integrazioni

Con la TCM è possibile integrare la garanzia principale, ovvero il decesso dell’assicurato, con formule aggiuntive: incrementando il premio, infatti, sarà possibile avere una garanzia accessoria conosciuta come complementare infortuni e che, in genere, vede un raddoppiamento del capitale assicurativo in caso di morte in seguito a infortuni e la sua triplicazione in seguito a more avvenuta in seguito a un infortunio causato da un incidente stradale.

Le assicurazioni sulla vita e la TCM, quindi, possono davvero essere un’ancora di salvezza quando la vita ci mette davanti a delle situazioni terribili e inaspettate che, spesso, non si sa come affrontare.

Con assicurofacile puoi avere il meglio della protezione sulla vita sia per te che per i tuoi cari, assicurandoti che niente di terribile vada a intaccare il vostro lifestyle anche nei periodi più neri.

Vuoi saperne di piu? Contattaci

Letto 339 volte Ultima modifica il Mercoledì, 11 Ottobre 2017 09:52

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.